Feb
21

MONTEMURLO. Chi l’ha detto che un disabile non debba passare una bella serata in discoteca? Questo è l’interrogativo che si è posta la cooperativa Aurora, che ha avuto l’idea di realizzare al Centro sportivo Nesti di Bagnolo la prima discoteca provinciale “a misura” di disabile intitolata “3D”, Disco dimensione disabile.  Per un sabato al mese, il pallone si trasformerà in un luogo senza barriere architettoniche, con ampi spazi dove anche chi è affetto da disabilità motoria potrà ballare e divertirsi. «L’idea – spiega la responsabile del progetto Claudia Marconi – è stata ripresa da un’esperienza di Scandicci e riadattata alla nostra realtà. L’obiettivo è quello di permettere ai disabili di potersi divertire al pari degli altri e, soprattutto, con gli altri». Non si tratta, infatti, di una discoteca riservata solo ai disabili, ma di un luogo attrezzato in modo che anche chi ha problemi a muoversi possa divertirsi. Salire le scale, avvicinarsi al piano bar, e muoversi su una pista da ballo insomma non sarà più un problema. Una volta al mese a partire dal 10 ottobre, il pallone del centro sportivo di via Micca, 21 (dietro le scuole elementari) verrà attrezzato con scivoli per le carrozzine e un’ampia pista da ballo, mentre gli scout saranno impegnati nell’animazione. “Per ora la frequenza è mensile – spiega la Marconi – ma vorremmo aumentare le serate e cercare di fornire anche un servizio di accompagnamento da casa alla discoteca e viceversa». Intanto gli appuntamenti fissati, a partire dalle 21,30 e fino alle 24, sono per sabato 10 ottobre, 7 novembre, 12 dicembre e il 9 gennaio. I ballerini potranno trovarsi direttamente a Bagnolo. «Questa è anche un’occasione – continua la responsabile del progetto – per offrire ai familiari dei disabili una serata diversa».  L’ingresso è gratuito e comprende anche una bevuta (analcolica) e il buffet. -